Visto in Portogallo per i nomadi digitali

Il Portogallo ha lanciato un visto per nomadi digitali o imprenditori per coloro che hanno un lavoro indipendente dalla propria sede. Se siete alla ricerca di un posto bellissimo in cui vivere, con un basso costo della vita, un clima ideale e una posizione superba per viaggiare, il Portogallo vi aspetta. Ecco la guida per vivere in Portogallo come nomade digitale, freelance o lavoratore a distanza.

I lavoratori a distanza che guadagnano almeno 2820 euro al mese possono richiedere il nuovo "visto per nomadi digitali" del Portogallo a partire dal 30 ottobre. Il visto per nomadi digitali del Portogallo è suddiviso in due categorie.

Visto per soggiorno temporaneo

Il visto per soggiorno temporaneo è l'ideale se volete provare il Portogallo per un breve periodo (ma più lungo del permesso turistico Schengen di 90 giorni), senza impegnarvi a diventare residenti a lungo termine.

Visto di soggiorno

Questa opzione è destinata ai lavoratori a distanza che preferiscono un soggiorno più lungo in Portogallo, con l'obiettivo di ottenere la residenza.
È adatto anche a coloro che vogliono iniziare il loro percorso verso la cittadinanza portoghese.

Visti disponibili per i nomadi digitali

Come altri Paesi europei, il Portogallo ha annunciato un programma di visti specifico per i nomadi digitali, gli imprenditori, i freelance o i lavoratori a distanza. Tuttavia, il visto per nomadi digitali, noto anche come visto per imprenditori, è probabilmente la strada migliore per chiunque abbia un reddito indipendente dalla propria sede al di fuori del Portogallo.

Il visto per nomadi digitali è valido per due ingressi e consente al titolare di soggiornare in Portogallo per un periodo iniziale di 4 mesi, a condizione che non abbia i requisiti per ottenere un normale visto turistico di 90 giorni.

Tuttavia, dopo la scadenza del periodo di 4 mesi, il visto per nomadi digitali consente di ottenere un permesso di soggiorno in Portogallo per due anni. Dopo questo periodo, è possibile rinnovare il visto per altri 3 anni. In seguito, si può ottenere un permesso di soggiorno permanente dopo 5 anni.

Se siete interessati a vivere in Portogallo a medio o lungo termine, dovreste prendere in considerazione il visto per nomadi digitali.

Generico, notebook, computer portatile, su, soleggiato, deserto, spiaggia di sabbia, sfondo, paradiso.

I vantaggi del Portogallo come residenza per i nomadi digitali

nuvoloso

Il tempo

Clima mite e fino a 300 giorni di sole all'anno

Oceano! E questo significa ottimi frutti di mare, panorami mozzafiato, spiagge bellissime, surf e altre attività acquatiche.

casa

Alloggi a prezzi accessibili

Assenza di industria pesante e bassi tassi di inquinamento

Alloggi a prezzi accessibili

mani

Flessibilità

Un governo aperto e moderno che sostiene le nuove iniziative e facilita i programmi di sviluppo per le start-up e il commercio.

tassazione

Denaro e tassazione

Uno dei paesi più economici in cui vivere nell'UE

Tassazione flessibile ed esenzioni nell'ambito del regime NHR per i nuovi arrivati

assistenza sanitaria

Medicare e vita

Assistenza sanitaria di alta qualità

Qualità di vita molto elevata

partner

Comunità

La gente del posto è molto amichevole e la maggior parte di essa parla inglese.

Uno dei tassi di criminalità più bassi e di sicurezza più elevati dell'Unione europea.

Giovani,imprenditori,persone,mostrano,gioia,dopo,successo,lavoro. e,ottenere

Chi può ottenere un nuovo visto e permesso di residenza per lavoro a distanza (visto per nomadi digitali)?

Di seguito elenchiamo i requisiti principali

Requisiti dei documenti per il visto per nomadi digitali in Portogallo

FAQ

Quali documenti sono necessari per dimostrare il reddito da lavoro dipendente

Questo visto per nomadi digitali consente ai lavoratori a distanza, indipendenti o con contratto di lavoro, di lavorare dal Portogallo presso entità con domicilio o sede centrale situati al di fuori del territorio nazionale senza dover richiedere un altro tipo di visto.
In caso di contratto di lavoro, la richiesta di visto per nomadi digitali deve essere accompagnata da documenti che dimostrino la residenza fiscale e un reddito medio mensile negli ultimi tre mesi di un valore minimo equivalente a quattro compensi mensili minimi garantiti (€2820) e da uno dei seguenti documenti:

  • Il contratto di lavoro;
  • La promessa del contratto di lavoro;
  • Dichiarazione del datore di lavoro che attesti il rapporto di lavoro.
Quali sono i documenti necessari per dimostrare il reddito da lavoro autonomo?

In caso di lavoro autonomo, la domanda deve essere corredata da documenti che attestino la residenza fiscale e un reddito medio mensile negli ultimi tre mesi di un valore minimo equivalente a quattro compensi minimi mensili garantiti (€2820) e da uno dei seguenti documenti:

  • Atto costitutivo;
  • Contratto di fornitura di servizi o proposta di contratto di fornitura di servizi;
  • Documento che dimostra i servizi forniti a una o più entità.


Oltre alla creazione dei visti, tra cui il visto per nomadi digitali di cui sopra, è stato semplificato il processo di rilascio dei visti in altre situazioni.

Vi aiutiamo a prendere le vostre decisioni, a fare le stime del vostro caso, a garantire che siate pienamente in regola con il trasferimento.